Camminare insieme… dunque condivisione e amicizia.

Osservare insieme… quindi esperienza di crescita che stimola la mente.

Cercare insieme ciò che la natura offre sia per immortalarla con un click,

sia per raccogliere quello che stimola la creatività e la fantasia.

 

Scattiamo e Libera l’arte sono stati tutto questo e speriamo lo possano essere ancora. Per vivere tali esperienze serve la volontà di fare un pochino di fatica, a volte, e in essa si cresce più forti; di superare la pigrizia, di affrontare magari le nubi che nascondono il sole, il mercoledì pomeriggio, ma tutto serve per crescere determinati e coraggiosi.

Certo servono guide esperte e competenti e i ragazzi le hanno avute.

Scattiamo e libera l’arte

ha permesso di vivere momenti importanti nel percorso di crescita dei ragazzi che vi hanno aderito perché la natura è sempre maestra di vita, l’amicizia è sempre fonte di gioia e allegria, così come la condivisione di un cammino ci rende sempre più ricchi, la bellezza del creato è sempre un inno grato, al Creatore di tutto.

 

La mostra realizzata è solo un frammento di ciò che i ragazzi hanno visto e toccato,

come la pagina di un libro meraviglioso sfogliando il quale possiamo raccontare di tutto ciò che sta oltre uno scatto, oltre i pannelli che nella mostra si sono potuti ammirare, oltre un cammino fatto di scarpe, magari impantanate, che la mamma ha dovuto regolarmente lavare ogni mercoledì.

 

Auguriamo ai nostri ragazzi di quinta e della scuola secondaria di primo grado, di continuare a camminare osservando il mondo con occhi speciali.

Il “libro” che è stato realizzato e donato a ciascun genitore è un piccolo capolavoro che ogni ragazzo custodirà come ricordo di un’esperienza che speriamo sia indimenticabile.

 

A Patrick, Riccardo e Patrizia, guide sicure ed esperte, auguriamo di saper sempre accendere nel cuore dei loro giovani fotografi e artisti l’amore per la natura, lo stupore per i suoi doni, la gratitudine per Dio, creatore eccezionale che sempre ci sorprende donandoci paesaggi immancabilmente nuovi da contemplare e di cui riempire gli occhi… anche quelli dell’anima.

 

Suor Maria Teresa

 

Articoli Recenti- Secondaria 1° Grado