L’Arcivescovo ospite all’IMA

Il cardinal Federigo Borromeo, arcivescovo di Milano,
era arrivato a ***,
e ci starebbe tutto quel giorno;
e che la nuova sparsa la sera di quest’arrivo ne’ paesi d’intorno
aveva invogliati tutti d’andare a veder quell’uomo;
e si scampanava più per allegria, che per avvertir la gente.

Alessandro Manzoni, i Promessi Sposi, capitolo XXII

Venerdì 21 febbraio 2020 non è stato un giorno qualsiasi per gli studenti del territorio di Lecco che frentano scuole cattoliche e di ispirazione cristiana perché hanno avuto la possibilità di incontrare e condividere con il nostro arcivescovo, monsignor Mario Delpini, aspettative e preoccupazioni sul loro percorso di crescita scolastico e personale.  In occasione della visita pastorale si sono quindi riuniti, presso l’Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco, studenti e docenti provenienti, oltre che dall’Ima, dal Collegio Volta di Lecco, dal Liceo Parini di Barzanò, dalla Casa degli Angeli di Lecco e dal Liceo Leopardi di Lecco.

L’incontro è stato organizzato con l’obiettivo di creare un terreno di confronto tra l’arcivescovo e gli studenti, i due protagonisti della mattina. Infatti la comunità educante degli istituti presenti ha supervisionato e seguito la preparazione dell’evento, ma ha poi affidato la gestione dello stesso ai ragazzi che si sono occupati dei diversi aspetti organizzativi dall’allestimento della sala, alla discussione con monsignor Delpini.

L’arcivescovo è stato accolto da un caloroso applauso e si è subito dedicato all’ascolto dei nostri studenti che, per l’occasione, avevano preparato alcune domande da rivolgergli. I temi toccati sono stati molteplici: dalla necessità di trovare un collegamento concreto tra il proprio vivere e i contenuti disciplinari proposti durante l’anno scolastico, al timore di aprirsi e mostrare la propria fragilità proprio in relazione a quegli insegnamenti che li toccano da vicino, ma che permettono loro di maturare e crescere consapevoli del ruolo che rivestono e rivestiranno nella società. Non sono mancate riflessioni di carattere teologico: gli studenti si sono interrogati sul perché esista il male, esplicitando il loro disappunto attraverso l’immagine molto concreta della perdita di un amico. Monsignor Delpini ha risposto a tutti gli interrogativi con umiltà e semplicità, dando risposte concrete e lasciando agli studenti ottimi spunti di riflessione.

Al termine della mattina è stato donato un taccuino sul quale i ragazzi hanno scritto, a piè di pagina, loro riflessioni o aforismi e citazioni, per continuare, simbolicamente, il dialogo che hanno avviato e aperto nel corso del confronto con l’arcivescovo.

Archivio Articoli