Le attività e i valori dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco

Orientamento

Come scegliere la scuola secondaria di 2° grado? In questa pagina abbiamo raccolto le domande dei ragazzi di 3° media e abbiamo scritto delle risposte sintetiche.

Per dare un supporto agli allievi che terminano la scuola secondaria di primo grado e alle loro famiglie il nostro istituto vi invita ai seguenti appuntamenti ( programma orientamento ) oppure contattateci direttamente per un colloquio personale.

 

DOMANDE SULL’ORIENTAMENTO DEI RAGAZZI

Quali sono i criteri per scegliere una scuola?

domande orientamentoCome fai a scovare i tuoi talenti e le tue passioni?

domande orientamento

Come fai a capire se ti sei orientato giustamente?

Ci hanno detto che ogni liceo ha un limite massimo di iscrizioni e se si è di troppo si viene iscritti automaticamente al liceo che è stato segnalato come seconda scelta. Su questo argomento ho due domande: primo, se si è di troppo anche nell’altro liceo cosa succede? Secondo, se a uno piace solo il primo liceo e non vuole stare nell’altro, ci si può iscrivere per il secondo anno al primo?

domande orientamentoCosa è più importante nella scelta che tra un po’ andremo a fare? Tener conto delle proprie inclinazioni o scegliere la scuola in funzione di quelle che sono le possibilità di lavoro futuro?

Come faccio a scegliere quale liceo fare se mi piace la matematica ma allo stesso tempo mi piacciono anche molto le lingue? Se siamo indecisi su due scuole come facciamo a decidere?

Se ho tanti interessi, come faccio a capire quali devo seguire seriamente e quali tenere come hobbies?

domande orientamentoQuali sono le persone migliori a cui rivolgersi per avere dei consigli?

Come faccio ad essere sicura se quello che scelgo fa veramente per me?

Quanto può essere autonoma la scelta della scuola fatta da una ragazza di 13 anni rispetto a quelli che sono i suggerimenti che può dare un genitore o un professore che ha una esperienza di vita più ampia?

La scelta di un ragazzo di 13 anni può essere già pienamente consapevole e matura (se ha tenuto conto di tutti gli aspetti che abbiamo detto prima) ma può anche essere determinata da fattori “sbagliati” e che non possiamo definire maturi. Ecco alcuni esempi di pensieri “sbagliati” per la scelta importantissima che andiamo a fare:

Come ci possono aiutare i genitori?

È facile e possibile cambiare scuola se ci si accorge di aver sbagliato?

domande orientamentoPer scegliere una scuola bisogna per forza essere bravi in determinate materie?

Cosa posso fare se non trovo niente che mi piace, che mi vada bene?

Vista la crisi di cui tutti parlano, è meglio frequentare una scuola tecnica o un liceo?

Si può iniziare subito a lavorare terminato un liceo?

L’orientamento ci prepara a tutti gli effetti per la scelta che dobbiamo fare?

Qual è la cosa più difficile dell’orientamento?