UNA SCUOLA A MISURA DI BAMBINO

PROGETTO CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2019 – 2020

 

Il progetto parte con i nuovi alunni delle classi prime della Scuola Primaria dell’Istituto “Maria Ausiliatrice” di Lecco e sarà un anno scolastico diverso dal solito per i bambini iscritti nell’anno scolastico da poco iniziato

Il 12 settembre ha preso avvio infatti, un progetto sperimentale che vuole essere un’esperienza di rinnovamento: una commistione tra la tradizione, rappresentata dallo spirito e dai valori salesiani, e l’innovazione didattica delle più recenti teorie pedagogiche.

La parola d’ordine è “puerocentrismo”: una proposta a misura di bambino perché ciascuno possa esprimere la propria individualità e possa trovare uno spazio di ascolto e di soddisfacimento dei propri bisogni personali e relazionali.

Alla guida del progetto vi sono due insegnanti entusiaste, creative, competenti e fresche di studi universitari presso la facoltà di Scienze della Formazione Primaria dell’Università Bicocca di Milano, affiancate da insegnanti specialisti di Arte, Musica, Religione, Educazione Fisica e dalla madrelingua inglese e supportate dalla grande esperienza di tutto il collegio docenti, dalla Coordinatrice didattica Suor Maria Teresa Nazzari e dalla Direttrice Suor Francesca Robustelli Della Cuna.

 

Le principali novità che caratterizzano la proposta sono l’impronta internazionale e l’utilizzo di una didattica laboratoriale.

Oltre all’inglese, infatti, gli alunni hanno modo di approcciarsi anche allo spagnolo, grazie all’insegnante di Educazione Fisica che è argentina.

Il gruppo di alunni, formalmente diviso in due sezioni, lavora, in realtà spesso come un unico gruppo classe, sfruttando frequentemente la compresenza dei docenti; ciò permette di realizzare percorsi interdisciplinari, andando inoltre a favorire l’acquisizione di competenze trasversali. Si vuole trasmettere un’idea di sapere integrato e non suddiviso per compartimenti stagni. In altri momenti, invece, si lavora in due gruppi separati, la cui composizione cambia di volta in volta per favorire lo scambio e la conoscenza reciproca. Tale modalità di lavoro, favorita dal numero ridotto di alunni per gruppo, permette alle insegnanti di attuare una progettazione personalizzata ed individualizzata, potendo dedicare il tempo necessario per soddisfare bisogni ed esigenze di ciascuno bambino.

 

Gli ambienti di lavoro, ossia le due aule, sono allestite per tematica. La classe del Bosco Tante Zampe sarà l’ambiente in cui gli alunni vivranno esperienze cooperative e di condivisione prevalentemente a piccoli gruppi ed un percorso di conoscenza personale e reciproca finalizzato alla gestione e alla comprensione delle emozioni proprie ed altrui guidato dalla Psicologa della scuola. L’aula dei Sogni, legata alla tematica del libro di testo adottato, è sfruttata per lavori ed esperienze in grande gruppo.

Gli obiettivi di apprendimento prefissati sono chiari e ben definiti, e vengono perseguiti proponendo agli alunni attività di lavoro basate su differenti metodologie, tra le quali anche proposte laboratoriali di manipolazione concreta, di attività ludiche e di esperienze dirette.

 

La settimana inizia conversando in Inglese con un momento di ritrovo in classe, guidato dalle docenti in compresenza e dalla madrelingua inglese, finalizzato alla conoscenza reciproca, alla condivisione di esperienze ed emozioni e al consolidamento delle conoscenze acquisite durante la settimana precedente. L’inglese accompagna poi gli studenti durante tutta la settimana, in momenti di routine quotidiana, come la preghiera o alcune semplici istruzioni e grazie alla compresenza della madrelingua anche durante le ore di Arte, spazio creativo guidato dalla maestra Patrizia, vera e bravissima artista.

Il venerdì è la giornata senza zaino, in cui ai bambini sono proposte attività laboratoriali legate alla geografia, all’arte (con la compresenza della madrelingua inglese) e alla musica. Inoltre, durante l’ora di Educazione Fisica, l’insegnante, insieme alla docente di Matematica, propone attività motorie finalizzate all’acquisizione di conoscenze, abilità e competenze logico-matematiche, attuando le linee  del progetto sperimentato in collaborazione con il Professor Pea dell’Università Cattolica di Milano.

 

Grande attenzione è posta alla collaborazione tra Scuola e Territorio, mediante uscite didattiche e proposte di collaborazione con Enti e specialisti esterni. Per alimentare il senso di comunità scolastica sono promosse anche collaborazioni interne con insegnanti dei diversi ordini di scuola e mediante la realizzazione di progetti in collaborazione con altre classi dell’Istituto per favorire il peer-tutoring tra gli studenti.

 

L’intento è poi quello di coinvolgere le famiglie nel percorso di crescita e di apprendimento dei bambini sfruttando le professionalità e le competenze di genitori e familiari degli alunni.

A questo scopo sono stati pensati alcuni canali di comunicazione, oltre al classico diario: mensilmente gli alunni realizzeranno il giornalino “PrIMAnews” in cui documenteranno tutto ciò che hanno sperimentato ed appreso nel corso delle settimane. In esso verranno pubblicati anche eventi sul territorio ed incontri formativi per i genitori oltre che annunci e richieste di collaborazione con le famiglie.

 

Sono state poi create le pagine Facebook e Instagram, non solo per far conoscere la realtà scolastica e promuovere il lavoro di tutte le classi sul territorio limitrofo ed oltre, ma anche per rendere partecipi le famiglie delle esperienze vissute dai propri figli.

È possibile rimanere aggiornati sulle attività realizzate grazie alla pagina Facebook Scuola Primaria “Maria Ausiliatrice” – IMA Lecco e su Instagram @primaria_ima_lecco.

 

Articoli Recenti- Primaria

ARCHIVIO ARTICOLI