Una ripartenza motivante

“La straordinaria potenzialità della scuola è l’offerta di relazione; ecco perché la scuola potrà essere un ambiente relazionale curativo.”

Nella mattinata di martedì 2 settembre tutti i docenti dell’Istituto hanno avuto il privilegio di ricevere una formazione da parte del dott. Alberto Valsecchi, psicologo e psicoterapeuta, per cercare insieme di affrontare al meglio questo particolare inizio d’anno.

Cosa ci dobbiamo aspettare?” Il dott. Valsecchi ha aiutato i docenti fornendo dati statistici scientifici e clinici e facendoli riflettere su come, al rientro a scuola, si potrà trovare una grande disomogeneità tra i bambini e i ragazzi, ma anche tra gli adulti, specchio di come ciascuno avrà vissuto personalmente questi ultimi mesi di grande incertezza e difficoltà.

Si potrà trovare disorientamento, distrazione, disturbi dell’emotività, ma anche un grande desiderio di ripartenza e le energie che ne derivano.

Il terreno di ansia e desiderio però è lo stesso: il futuro.

Il compito della comunità educante sarà nutrire più il desiderio di futuro, accompagnando a gestire le ansie e le paure.

La relazione è il terreno in cui giocare questa nuova sfida.

Per rendere l’intervento educativo efficace sarà necessario:

  • consentire la condivisione delle esperienze;
  • identificare precocemente le situazioni a rischio;
  • veicolare in modo estensivo e omogeneo le strategie individuali di prevenzione del contagio, che devono diventare regolarità e prassi;
  • equilibrare il diritto alla salute e all’istruzione;
  • coinvolgere e supportare le famiglie.

La straordinaria potenzialità della scuola è appunto l’offerta di relazione, e per una relazione efficace serviranno alcuni ingredienti fondamentali:

  • accogliere: far spazio dentro di sé all’altro, con empatia; è un’azione costosa e difficile, che chiede di sospendere il giudizio e restituire all’altro la nostra capacità di accettare tutto;
  • separare: saper definire i confini, determinati da regole e richieste, ed esigere comportamenti in modo assertivo, risultando buoni ed efficaci nel farlo;
  • insegnare: ovvero “scrivere dentro”, essere capaci di depositare nell’altro qualcosa di buono, che lo aiuta a conoscere e comprendere la realtà e a starci in modo adeguato, testimoniare con il proprio esempio quello che diciamo, con grande cura delle parole e del comportamento;
  • riconoscere i segni del disagio dell’altro;
  • sostenere l’autostima e l’auto efficacia, l’immagine di sé, con feedback positivi e obiettivi adeguati.

Non sono mancati i momenti di confronto in cui si è potuto intervenire e porre direttamente al dott. Valsecchi i propri dubbi, ai quali ha puntualmente risposto, aiutando a fare chiarezza e trovare possibili soluzioni e buone prassi da cui partire tra pochi giorni in classe.

Lo ringraziamo di cuore per la professionalità e la competenza, ma soprattutto per la pazienza e la delicatezza con cui è entrato in punta di piedi nella nostra scuola in questo momento così delicato, rispettando le sensibilità e i tempi di ciascuno, nonostante in realtà lui qui sia di casa, essendo un ex-alunno dell’IMA!

Ora si affronterà questo nuovo inizio con una maggiore consapevolezza del ruolo del docente e dei comportamenti da adottare nell’accogliere i nostri studenti che torneranno a scuola dopo mesi di distanza!

Close

Imalecco

Istituto Maria Ausiliatrice Lecco


Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, utilizziamo diversi tipi di cookies, tra cui cookies a scopo di profilazione che ci consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Alla pagina informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. Cliccando su “Accetto” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati in dettaglio nella informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE 2016/679. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi