Sole e sorrisi risplendono all’ImaRun5 e non solo…

Il nostro istituto ha vissuto un  fine settimana di allegria   per condividere pienamente i valori educativi dello sport e del movimento.
Sono stati tre giorni intensi che hanno visto coinvolte famiglie, ragazzi e bambini entusiasmati e tutta la comunità educante.

SPORT E STILE DI VITA, VINCA L’IO PERDA L’EGO è il titolo dell’incontro
con il Nando Sanvito, “maestro” della comunicazione sportiva e profondo conoscitore di storie e di aneddoti.
Le immagini, i video, i commenti del giornalista hanno sottolineato la bella complessità che è l’uomo e le molteplici situazioni che spesso condizionalo o favoriscono le sue scelte. Anche un limite fisico, un insuccesso, un evento sfavorevole si sono trasformati per molti atleti in occasioni per diventare “grandi”, quando hanno messo in primo piano la dignità della persona, l’onestà e l’equilibrio delle emozioni .

La giornata del sabato ha visto “in campo” dalla mattina alla sera tantissime squadre di bambini e ragazzi ma anche papà, mamme e suore nel nuovo campetto sistetico che abbiamo realizzato organizzando eventi per autofinanziarci.

Nessuno ha voluto tirarsi indietro!

La volontà di esserci si è coniugata all’istinto dei più piccoli: la voglia di vincere!

La medaglia al collo di tutti ha reso più facile darsi la mano in segno di amicizia rinnovandosi un arrivederci per il giorno dopo per una giornata tanto attesa, quella dell’ImaRun5!

In queste 5 edizioni abbiamo allestito percorsi sempre diversi da 6 e 12 km, dovrei essere abituato a vedere così tante persone… invece sono emozionato alla vista di tutto quel colore, un mare di straripante entusiasmo.

La partenza è preceduta dalla S. Messa di inizio anno presieduta dall’Ispettore don Giuliano Giacomazzi molto partecipata e dall’inaugurazione del nostro campetto.

Alle 10.15 puntuali sulla linea di partenza ad attendere il via dato da Suor Francesca Robustelli.

Il servizio d’ordine (formato dai papà e dai ragazzi più grandi del Liceo Sportivo)dislocato su un’ampia area del territorio lecchese garantisce una corsa in piena sicurezza.

Che spettacolo!

La città assiste con curiosità e interesse al nostro passaggio allegro e festoso. Che bello vedere insegnanti, educatori e alunni correre insieme!
Oggi, a pochi giorni dalla manifestazione, ho vive dentro me le immagini di quei sorrisi soddisfatti all’arrivo. I visi sono stanchi per la fatica ma la voglia di esserci è ben visibile specie nelle espressioni dei bambini.

L’arrivo di ognuno esprime felicità gratificata anche da un premio e un ottimo ristoro preparato dalle mamme.

Una grande festa per le famiglie e per gli amici della nostra scuola che credono nei valori di aggregazione e di amicizia tipici dello sport.

È sera quando soddisfatto del “lavoro” fatto tolgo la maglietta azzurra dell’IMA e forse più attentamente che mai osservo lo “smile”, alzo la testa e mi guardo allo specchio: il mio sorriso è ancora più grande!

La giro e rileggo tutti i valori scritti uno dopo l’altro sul retro… quasi a rappresentare gli ingredienti  per una ricetta meravigliosa.

Grazie a tutta la Comunità per aver contribuito, ognuno con il proprio apporto personale, a un momento molto significativo della vita scolastica.

Arrivederci al 2018!

Giacomo Cominotti, docente IMA