IMAJOIBAND-1

MUSICA E SOLIDARIETA’ CAMMINANO INSIEME

Ai ragazzi si devono proporre esperienze importanti se si vuole suscitare nel cuore la consapevolezza che i valori si possono e si devono vivere nella quotidianità uscendo dal proprio piccolo mondo e spalancando un po’ gli orizzonti del cuore.

Dopo il cammino di solidarietà che ci ha visto impegnati a ottobre nelle “OPERAZIONI del fare a meno, del con-dividere e del moltiplicare per loro (gli amici di Haiti colpiti dal terremoto), ora è il momento di aprire gli occhi su chi è vicino a noi. Non denaro, né cuffiette di lana per la Siria, ma vicinanza allegra e simpatia natalizia.

Per questo i ragazzi erano ieri ben 43, hanno scelto di andare a Villa Serena, la bella struttura che ospita tantissimi anziani a Galbiate, per suonare e cantare portando gli auguri di Natale con la semplicità, ma anche la bravura, dei ragazzi guidati dal professor Chimienti.

La IMAJOIBAND si è dimostrata davvero brava! Tre flauti traversi, tre sax, , dodici flauti dolci, percussioni varie, una tromba e il trombone di Stefano insieme al saxofono di papà Frank, hanno suonato canzoni tradizionali mentre il coretto convinto e deciso, le cantava e le animava in modo creativo guidato dalle improvvisazioni del maestro.

Tanti anziani incontrati su quattro piani della casa di riposo, hanno gioito e apprezzato i ragazzi che sono stati contenti anche dello squisito dolcetto con cioccolata che ci è stato offerto insieme ad un piccolo omaggio sempre gradito. Il pullman poi ha continuato il tour portandoci in centro Lecco; velocemente trasformati in pastorelli di Betlemme abbiamo percorso le strade più importanti della nostra città porgendo i nostri auguri.

La gente si fermava contenta di cogliere un po’ di atmosfera natalizia. “Ma chi sono questi ragazzi così bravi” chiede una signora molto sorpresa! “Sono i ragazzi dell’IMA, della “Maria ausiliatrice! “ ho risposto con un certo orgoglio. Non potevamo che finire in bellezza e al caldo nella caffetteria Frigerio che ci ha offerto un dolcetto e una calda cioccolata.

Al maestro e ai ragazzi il mio grazie e le mie congratulazioni.

La solidarietà e il messaggio di gioia che il Natale porta con sé ha camminato con noi e ne siamo fieri.

Ora ci prepariamo a vivere il nostro mercatino di Betlemme… perché c’è di più sotto le stelle per chi apre il cuore al Signore che viene a portare un po’ di speranza in questo mondo confuso.

Vi aspettiamo in tanto perché tante saranno le sorprese che papà, mamme, alunni e suore stanno preparando per voi!