Le attività e i valori dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco

Mercy Street – Peter Gabriel

28 luglio 2016

7 cantanti rock che hanno parlato dei sacramenti

Sacramento della Confessione

Grande ammiratore della poetessa Anne Sexton, Peter Gabriel ha voluto scrivere dei testi che potessero racchiudere parte dello spirito che ha animato la poetessa.

Ci sono tantissimi film che usano il Sacramento della Penitenza/Confessione/Riconciliazione (come volete chiamarlo) per dare drammaticità alle proprie sequenze.
Ma non ci sono molte canzone che lo citino direttamente. Forse la ragione è che, in un certo senso, la musica stessa è un tipo di confessionale (anche se va detto che in questo particolare tipo di confessionale alcuni si vantano dei propri peccati). Ad ogni modo, Mercy Street (Via della Misericordia) menziona esplicitamente il Sacramento della Confessione. Grande ammiratore della poetessa Anne Sexton, Peter Gabriel ha voluto scrivere dei testi che potessero racchiudere parte dello spirito che ha animato la poetessa:

“Da nessuna parte nei pallidi, verdi e grigi corridoi/ Da nessuna parte nelle periferie della fredda luce del giorno/ Là in mezzo a tutto quello, così viventi e sole / Le parole sostengono come ossa / Sognando Via della Misericordia/ Dove si è capovolti/ Sognando Via della Misericordia/ Di nuovo nelle braccia di tuo padre…”

Lo stesso Gabriel è un paroliere fantasioso, e talvolta si è contraddistinto per introdurre temi religiosi nelle sue canzoni (cfr In Your Eyes, Solsbury Hill e Here Comes the Flood). Ma Via della Misericordia è una canzone meravigliosa e consapevole, dove sembra esserci tuttavia un accenno di cinismo, seppure solo nel punto in cui ci sono riferimenti alla Confessione:

“Tirando fuori le pagine da cassetti che scorrono lisci/ Estraendo nell’oscurità parola dopo parola/ Confessando tutti i segreti in una calda scatola di velluto/ Al prete/ Lui è il dottore/ Lui può gestire gli shock…”

Ma persino quando mostra quello che potrebbe sembrare un approccio itterico nei confronti del rito, ammette, anche se fosse per sbaglio, la vera natura del sacramento. Nella seguente strofa:

“Sognando tenerezza/ un tremito sulle labbra/ sulle labbra di Maria, che baciano…”

Il sacramento della Riconciliazione è un paradosso dove “la giustizia e la misericordia si baciano”. Il figlio che davvero conosce il Padre corre verso le Sue “braccia paterne”, perché sa che lì troverà la vera pace.

MERCY STREET

Guardando giù su strade vuote, tutto lei può vedere
Sono i sogni, che tutti realizzati in massello
Sono i sogni di che tutti i fatti reali
tutti gli edifici, tutte quelle vetture

Una volta erano solo un sogno
Nella testa di qualcuno
Lei immagini di vetro rotto, lei immagini il vapore
Lei immagini un anima

Con nessuna perdita alla cucitura
Permette di prendere la barca
Attendere fino al buio
Prendiamo la barca
Attendere fino a quando viene buio

Da nessuna parte nei corridoi del verde chiaro e grigio
Da nessuna parte nei sobborghi
Nella fredda luce del giorno
Lì in mezzo a così viva e da sola
Supporto di parole come osso

Sognando di Mercy Street
Indossare il tuo dentro e fuori
Sognando di misericordia
Tra le braccia di tuo papà ancora

Sognando di Mercy Street
Giuro che si trasferisce quel segno
Sognando di misericordia
Tra le braccia di tuo papà

Tirando fuori le carte da cassetti che scorrono lisce
Tirando le tenebre, parola su parola
Confessare tutte le cose segrete nella finestra di velluto caldo
Il sacerdote, egli è il medico
Egli può gestire gli shock

Sognando di tenerezza, il tremare nei fianchi
Di baciare le labbra di Mary
Sognando di Mercy Street
Le parti interne si usurano

Sognando di misericordia
Tra le braccia di tuo papà ancora
Sognandodi via misericordia
Giuro che si trasferisce quel segno

Alla ricerca di misericordia
Tra le braccia di tuo papà

 

Torna Indietro «