Le attività e i valori dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Lecco

La questione “gender”

24 marzo 2014

Riteniamo utile mantenere acceso il dibattito e la riflessione sulla teoria del gender, la quale sostiene che non  ci sia uguaglianza tra sessualità biologica (maschile e femminile) e identità sessuale (uomo e donna). La differenza maschile/ femminile, secondo questo teoria,  è una differenza esclusivamente culturale e legata all’educazione.

Riportiamo di seguito link ad articoli interessanti, prevalentemente tratti dal giornale cattolico “Avvenire”.

La sezione è in continuo aggiornamento.

Lettera da Andrea Lavelli
Responsabile Campagna SOS Ragazzi

Cara sr Irma,

all’inizio di questo nuovo anno scolastico purtroppo dobbiamo registrare un nuovo tentativo di rieducazione all’ideologia gender nelle scuole italiane.

Questa volta il pericolo arriva da Amnesty International Italia che ha lanciato il progetto “Scuole attive contro l’omofobia e la transfobia” e una guida per docenti dall’eloquente titolo “Diritti Lgbti, diritti umani”.

L’obiettivo è quello di sempre: mostrare che non esiste alcun legame tra sesso e genere e mostrare i diritti delle persone LGBTI tra cui matrimonio e adozione di minori come “diritti umani”.

La bandiera della discriminazione e del bullismo nelle scuole viene ancora una volta strumentalizzata al fine di rieducare i ragazzi secondo le teorie di genere e dunque a insegnar loro: che non esiste alcun legame tra sesso e genere; che ognuno è libero di costruirsi il proprio orientamento sessuale a prescindere dal sesso biologico; che la famiglia uomo-donna è uno stereotipo imposto dalla società da combattere in nome della libertà e della fluidità dei generi; che chi pensa che un bambino abbia bisogno di crescere con una figura maschile e una femminile è in realtà omofobo.

Di fronte a questo ennesimo e subdolo atto di “rieducazione” alla luce delle teorie di genere dei nostri ragazzi, SOS Ragazzi invita tutti i genitori e tutti coloro che hanno un compito educativo a vigilare e prestare attenzione a quanto accade nelle scuole, informandosi e contattando tempestivamente le Associazioni dei genitori del territorio.

Le nuove generazioni hanno bisogno di essere aiutate nella costruzione della propria identità, hanno bisogno di colonne, di riferimenti sicuri, non di teorie che portano maggiore confusione in un tema così delicato come la sessualità.

SOS Ragazzi è più che mai decisa a battersi nella tutela dei nostri ragazzi, che sono il futuro del nostro Paese!

Un cordiale saluto!

 

 

La questione gender

Giannini, basta gender a scuola

Divieto ai bambini di disegnare mamma e papà

Bergoglio: “Diritto dei bambini è avere una mamma e un papà”

12 domande e risposte sull’attuale situazione della famiglia

Zecchi: “Vigilare sui figli. Il gender è la nuova dittatura”

Bagnasco: “Genitori, non fatevi intimidire dalla dittatura gender

La sfida compresa

Ideologia a scuola, dovere di reagire

«Studenti a casa: via da scuola l’ideologia gender»

Bagnasco: individualismo origine dei mali

Ideologia di genere / AGeSC: l’interpellanza parlamentare bipartisan

Gender in classe e ruolo dell’UNAR: “Fare chiarezza”

Vescovi Triveneto: «Gender, offesa alla verità» 

 

 

 

 

 

Torna Indietro «